Clean City e la linea chiara di Hergé

Clean City contro il vandalismo grafico - libretto fatto per il Comune di Pavia

Clean City contro il vandalismo grafico è un libretto fatto per il Comune di Pavia nel 2013 dove le illustrazioni sono chiaramente ispirate allo stile della linea chiara; scorci della città di Pavia racchiusi in una linea nera nitida e ben definita. I colori vivaci e le tinte piatte aiutano a descrivere chiaramente i volumi degli edifici che si stagliano sui cieli che fanno da fondale.

Nei primi del novecento il grande fumettista belga Hergé, per intenderci il papà di Tintin inventa un modo di disegnare innovativo, che tutt’oggi continua a mantenere grande fascino e originalità, non avendo ancora esaurito le sue potenzialità espressive. Nasce così la linea chiara.

La linea chiara – ligne claire in francese – è un particolare linguaggio grafico nel disegno, nella composizione e nella narrazione dei fumetti, connotato da alcune caratteristiche:
la nitidezza
la luminosità
il colore
l’armonia delle sequenze (del fumetto)

La linea chiara di Hergé

“La caratteristica saliente della linea chiara consiste, per cui, in un segno grafico chiaro e preciso, improntato a un tratto di grande pulizia ed estrema leggibilità, segnato da linee nere, solo lievemente e morbidamente modulate; generalmente aliene da tratteggi e sfumature.

Il segno grafico che distingue la ligne claire delimita con nettezza contorni chiusi, in cui ogni elemento della composizione grafica è trattato uniformemente, sia esso persona, vestito, animale, macchina, dettaglio architettonico, ecc…
La chiarezza del segno è ulteriormente sottolineata dalla consapevole e ricercata assenza di ogni ombreggiatura e dall’uso limitato delle campiture nere che, ove presenti, sono sempre piene, in un disegno complessivamente esente da ogni sorta sorta di «sporcatura», in cui la sintesi grafica delle forme mette da parte ogni segno inutile, superfluo, o eccedente rispetto allo scopo.”

tratto da Wikipedia